torna al menu
stampa
Rassegna stampa - giovedý 1 febbraio 1996 ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2001

  <  elenco completo (595)   <  articoli pubblicati su Tutto (9)
  <  altri articoli scritti da Aldo Vitali (2)

Pubblicato su Tutto - 01/02/1996
ospiti.athena2000.it/tutto/


NOI SIAMO QUI


di Aldo Vitali

Claudio Baglioni è ripartito: venti città,ventotto concerti fino alla fine di marzo, col pubblico pronto a scatenarsi con gli accendini in mano. Una piccola Odissea di cui si sa già l'esito: un ritorno a casa trionfale.
Infatti, già centocinquantamila italiani hanno comprato il biglietto un mese prima del concerto di debutto a Verona. Un grande amore, altro che piccolo, quello che lega Baglioni ai suoi fan, come dimostrano i precedenti tour. Più di un milione di italiani lo hanno applaudito almeno una volta dal vivo : e a stravedere per lui non sono solo le ragazzine (o non più, visto che questo è il ventiquattresimo anno di carriera e le ragazzine che lo amavano nel '72 magari oggi ascoltano i nuovi dischi di Baglioni grazie ai figli), ma intere famiglie. Ecco una piccola guida alla Baglioneide che in questi giorni sta travolgendo l'Italia: certezze e segreti del cantautore più amato d'Italia, per chi sa già tutto di lui e per chi solo adesso debutterà come fan.

La scena: Un palco di oltre 400 metri quadrati posto al centro del palasport,così Baglioni si trova circondato dal pubblico: "Fa un pò impressione, essere al centro dà la sensazione di non avere riparo. Ma almeno la gente che ha un biglietto per i posti laterali non deve stare col collo storto per tutto lo show".

Il colore rosso: questo è il "Tour Rosso", perchè rosso,sostiene Baglioni,
"è il colore della passione, del cuore". Lo scorso autunno invece ha dato vita a un breve "Tour Giallo", con mezzi ridotti: un solo Tir per strumenti
e impianti e concerti a sorpresa in piccoli centri, o addirittura in autogrill e in campagna. Ma non basta : è già previsto per l'anno prossimo un "Tour
blu", che dovrebbe essere caratterizzato da computer, aggeggi virtuali e giochi interattivi col pubblico.

Che succede sul palco: nella scaletta del concerto sono naturalmente previste tutte le più famose canzoni di Baglioni, da Piccolo grande amore a Strada Facendo. Tra le "grandi escluse", Porta Portese e W l'Inghilterra.
Sul palcoscenico ci saranno anche 16 ballerine della "Compagnia del Colore": oltre a danzare, hanno il compito di trasformare di volta in volta
il palcoscenico secondo le esigenze e il carattere della canzone. Una scena "nuda", costantemente in movimento per un totale di tre ore di spettacolo.

Effetti collaterali: per tutta la durata del tour Baglioni non si limiterà a
cantare nei palasport. Sono previsti infatti concertini a sorpresa in locali e
club della città in cui fa tappa la carovana. In molti casi, insieme a Baglioni suoneranno musicisti locali. Ma bisogna tenere le orecchie dritte:
trattandosi di concerti a sorpresa, no sono previste comunicazioni a giornali e pubblicità. Bisognerà avere fiuto e fortuna per godersi un Baglioni "unplugged" davanti a una platea di 50 persone.

Riassunto delle puntate precedenti: Baglioni dal vivo significa trionfo. I manager stanno ancora contando i soldi di Alè Oo e di Strada Facendo (in quell'occasione Baglioni suonava con l'impianto voci dei Pink Floyd e quello tecnico dei Genesis). Oltre trecentomila persone hanno assistito ad Assolo, la serie di show in cui il cantautore era in scena con una chitarra e un pianoforte e senza alcun musicista al seguito. Stesso bagno di folla anche per Assieme- oltre il concerto , il tour del 1992. Unico neo in una carriera dal vivo che non teme confronti, il concerto per Amnesty International del settembre 1988: schiacciato tra Sting, Peter Gabriel e Bruce Springsteen beccò più pomodori in faccia che applausi. E tornò a casa con l'esaurimento nervoso.

Due o tre cose su di lui : Claudio Baglioni è nato a Centocelle, Roma, il 16 maggio 1951. E' diplomato geometra. Tra i suoi hobby, il nuoto e i cavalli (vive in una tenuta in Maremma). Non sa andare in bicicletta. Il papà si chiama Riccardo, ha 77 anni ed è un carabiniere in pensione. La mamma si chiama Silvia. Entrambi hanno partecipato come coristi nell'album Oltre, mettendo in evidenza uno schietto accento umbro, la loro terra d'origine. Temperamento malinconico, introverso (la casa discografica agli inizi della carriera non sapeva come convincerlo del proprio talento), Baglioni non ama la televisione e le interviste. Quella rilasciata al Maurizio Costanzo nel 1991 fu uno schock per i fan : triste, dimagrito, gli occhi scavati, più che per lanciare un disco Claudio sembrava lì per lanciarsi da una finestra. Baglioni ha un figlio di 13 anni, Giovanni, nato dal suo matrimonio con Paola Massari, durato 16 anni. Quindi è stato legato per 5 anni a Rossella Barattolo. Oggi Baglioni dichiara di essere innamorato, ma non dice di chi e aggiunge che "forse lei ancora non lo sa."


segnalato da Silvia

  <  elenco completo (595)   <  articoli pubblicati su Tutto (9)
  <  altri articoli scritti da Aldo Vitali (2)